fbpx

TORTINI CON MOUSSE DI DATTERINO E KUMQUAT

I tortini con mousse di datterino e kumquat sono un’idea dessert fresca e originale che abbina il pomodoro agli agrumi.

Il tortino è composto da pan di spagna farcito con una mousse a base di datterino rosso in succo, panna fresca e scorza d’arancia, e decorato con il kumquat o mandarino cinese, in un mix di note dolci e amare.

Ecco come preparare, passo per passo, i tortini con mousse di datterino e kumquat.


Step 1

Preriscaldate il forno a 180°.

Step 1 -- Preriscaldate il forno a 180°.

Step 2

Ungete una placca da forno della misura di 35x25 cm e rivestitela con carta da cucina.

Step 2 -- Ungete una placca da forno della misura di 35x25 cm e rivestitela con carta da cucina.

Step 3

Versate dell'acqua in una casseruola e portate ad ebollizione: quando il bollore inizierà abbassate la fiamma al minimo. Mettete le uova con lo zucchero in una ciotola e ponetela a bagnomaria sulla casseruola con l'acqua calda, sbattete con una frusta a mano sino a quando avrete ottenuto un composto chiaro e spumoso.

Step 3 -- Versate dell'acqua in una casseruola e portate ad ebollizione: quando il bollore inizierà abbassate la fiamma al minimo. Mettete le uova con lo zucchero in una ciotola e ponetela a bagnomaria sulla casseruola con l'acqua calda, sbattete con una frusta a mano sino a quando avrete ottenuto un composto chiaro e spumoso.

Step 4

Togliete dal fuoco, sbattete altri 2 minuti e lasciate intiepidire.

Step 4 -- Togliete dal fuoco, sbattete altri 2 minuti e lasciate intiepidire.

Step 5

Setacciate la farina e incorporatela a poco a poco al composto di uova, continuando a mescolare.

Step 5 -- Setacciate la farina e incorporatela a poco a poco al composto di uova, continuando a mescolare.

Step 6

Versate poi il composto sulla placca da forno riempiendo per ben anche gli angoli. Infornate 15 minuti: il pan di spagna dovrà essere dorato e soffice.

Step 6 -- Versate poi il composto sulla placca da forno riempiendo per ben anche gli angoli. Infornate 15 minuti: il pan di spagna dovrà essere dorato e soffice.

Step 7

A cottura ultimata, togliete dal forno e lasciate raffreddare.

Step 7 -- A cottura ultimata, togliete dal forno e lasciate raffreddare.

Step 8

Tagliate 8 rettangoli di acetato della misura di 20x5 cm.

Step 8 -- Tagliate 8 rettangoli di acetato della misura di 20x5 cm.

Step 9

Una volta freddo, tagliate il pan di spagna con un tagliapasta del diametro di 7,5 cm, ottenendo 8 cerchi. Tagliate poi quest'ultimi orizzontalmente in due parti per ottenere 16 cerchi.

Step 9 -- Una volta freddo, tagliate il pan di spagna con un tagliapasta del diametro di 7,5 cm, ottenendo 8 cerchi. Tagliate poi quest'ultimi orizzontalmente in due parti per ottenere 16 cerchi.

Step 10

Arrotolate le strisce di acetato attorno a 8 cerchi di pan di spagna che formeranno la base del semifreddo: la parte tagliata della pasta dovrà essere rivolta verso l'interno. Fissate l'acetato con dello scotch e sistemate le 8 basi su un vassoio.

Step 10 -- Arrotolate le strisce di acetato attorno a 8 cerchi di pan di spagna che formeranno la base del semifreddo: la parte tagliata della pasta dovrà essere rivolta verso l'interno. Fissate l'acetato con dello scotch e sistemate le 8 basi su un vassoio.

Step 11

Riducete in purea i pomodorini; filtratela attraverso un colino a maglie fitte, aggiungete la scorza di arancia e mescolate.

Step 11 -- Riducete in purea i pomodorini; filtratela attraverso un colino a maglie fitte, aggiungete la scorza di arancia e mescolate.

Step 12

Fate sciogliere la gelatina in pocaacqua precedentemente scaldata, quindi lasciate riposare per qualche minuto.

Step 12 -- Fate sciogliere la gelatina in pocaacqua precedentemente scaldata, quindi lasciate riposare per qualche minuto.

Step 13

Versate metà della purea di pomodori in una piccola casseruola con lo zucchero e la gelatina. A fuoco moderato, continuate a mescolare sino a quando lo zucchero e la gelatina non saranno ben incorporati alla crema di pomodoro. Versate poi il tutto nella purea rimanente e mescolate con cura.

Step 13 -- Versate metà della purea di pomodori in una piccola casseruola con lo zucchero e la gelatina. A fuoco moderato, continuate a mescolare sino a quando lo zucchero e la gelatina non saranno ben incorporati alla crema di pomodoro. Versate poi il tutto nella purea rimanente e mescolate con cura.

Step 14

Montate a neve ben ferma gli albumi con un pizzico di sale. Con un grande cucchiaio di metallo, incorporate la panna fresca alla crema di pomodoro. Successivamente incorporate gli albumi e mescolate delicatamente con movimenti dal basso verso l'alto.

Step 14 -- Montate a neve ben ferma gli albumi con un pizzico di sale. Con un grande cucchiaio di metallo, incorporate la panna fresca alla crema di pomodoro. Successivamente incorporate gli albumi e mescolate delicatamente con movimenti dal basso verso l'alto.

Step 15

Versate la mousse di pomodoro all'interno degli stampini di acetato. Posizionate poi sopra la mousse gli altri dischetti di pan di spagna esercitando una lieve pressione. Sistemate i mini semifreddi nel freezer per circa 3 ore prima di servirli.

Step 15 -- Versate la mousse di pomodoro all'interno degli stampini di acetato. Posizionate poi sopra la mousse gli altri dischetti di pan di spagna esercitando una lieve pressione. Sistemate i mini semifreddi nel freezer per circa 3 ore prima di servirli.

Step 16

Versate lo zucchero in una casseruola, aggiungere l'acqua e mescolare con cura; ponete sul fuoco a fiamma moderata e fate sciogliere lo zucchero sino a quando diventa ambrato. Aggiungete il glucosio e mescolate per un minuto.

Step 16 -- Versate lo zucchero in una casseruola, aggiungere l'acqua e mescolare con cura; ponete sul fuoco a fiamma moderata e fate sciogliere lo zucchero sino a quando diventa ambrato. Aggiungete il glucosio e mescolate per un minuto.

Step 17

Infilzate i kumquat con degli stecchini di legno e immergeteli, uno alla volta, nel caramello preparato; delicatamente togliete dalla casseruola in modo che si formi un filo di caramello, si solidificherà abbastanza velocemente.

Step 17 -- Infilzate i kumquat con degli stecchini di legno e immergeteli, uno alla volta, nel caramello preparato; delicatamente togliete dalla casseruola in modo che si formi un filo di caramello, si solidificherà abbastanza velocemente.

Step 18

Servite i piccoli semifreddi in piattini singoli, versatevi sopra un cucchiaio di caramello e guarnite con i kumquat preparati.

Step 18 -- Servite i piccoli semifreddi in piattini singoli, versatevi sopra un cucchiaio di caramello e guarnite con i kumquat preparati.

Aggiungi ai preferiti Full Screen

Share it:

Ingredienti

  • Pomodoro Datterino Rosso In succo
  • Per il pan di spagna
  • 3 uova
  • 75 gr di zucchero
  • 75 gr di farina
  • Per la mousse
  • 2 cucchiaini di gelatina in polvere
  • 45 ml di acqua
  • 250 gr di pomodoro datterino rosso in succo
  • la scorza di un limone
  • 75 gr di zucchero
  • 2 albumi
  • 150 ml di panna fresca
  • 45 ml di Cointreau oppure Vodka all'arancia
  • zucchero a velo
  • Per decorare
  • 8 kumquat
  • 200 gr di zucchero
  • 80 gr di acqua
  • 1 cucchiaio di glucosio

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE QUESTE RICETTE

  • 63

    Ladri di biciclette di Vittorio De Sica: mozzarella in carrozza

    La ricetta è ispirata al film “Ladri di biciclette”, capolavoro del Neorealismo italiano diretto da Vittorio De Sica.[vc_row remove_padding="no-padding-vc-row"][vc_column width="1/3"][vc_single_image image="3244" img_size="full" alignment="center"][/vc_column][vc_column width="2/3"][vc_column_text] Il terzo piatto della rubrica Ricette da Oscar è la Mozzarella in carrozza.   La ricetta è ispirata al film “Ladri di biciclette”, capolavoro del Neorealismo italiano diretto da Vittorio De Sica. Ovvero uno spaccato dell’Italia del dopoguerra, delle sue miserie e della sua voglia di riscatto, attraverso un mezzo di trasporto che si fa portatore di lavoro, cibo e speranza. La mozzarella in carrozza dello chef  è una gustosa interpretazione della tipica ricetta napoletana, arricchita dall’utilizzo dei pomodorini semidry e delle acciughe dal tocco in più del ketchup a insaporire il tutto. Ideale per buffet, antipasti e aperitivi.   Ecco come preparare, passo per passo, la Mozzarella in carrozza. [/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row equal_height="yes" remove_padding="no-padding-vc-row" css=".vc_custom_1610131389909{margin-top: 2% !important;}"][vc_column][vc_gallery interval="3" images="3309,3310,3311,3312,3313,3314,3315,3316,3317,3318,3319,3320,3321" img_size="large" onclick=""][vc_raw_js]JTNDc2NyaXB0JTIwdHlwZSUzRCUyMnRleHQlMkZqYXZhc2NyaXB0JTIyJTNFJTIwJTBBJTBBYSUyMCUzRCUyMGpRdWVyeSUyOCUyNy5sYy1yZWNpcGUtZGV0YWlscy1jb250YWluZXIlMjclMjkuZmluZCUyOCUyNy5sYy1yZWNpcGUtc2hvcnQtZGVzY3JpcHRpb24lMjclMjklMEFpZiUyMCUyOGEuaGFzQ2xhc3MlMjglMjdjb2wtbWQtNiUyNyUyOSUyMCUyNiUyNiUyMGEuaGFzQ2xhc3MlMjglMjdjb2wtbGctNiUyNyUyOSUyOSU3QiUwQSUyMGEucmVtb3ZlQ2xhc3MlMjglMjdjb2wtbWQtNiUyNyUyOSUzQiUwQSUyMGEucmVtb3ZlQ2xhc3MlMjglMjdjb2wtbGctNiUyNyUyOSUzQiUwQSU3RCUwQSUzQyUyRnNjcmlwdCUzRQ==[/vc_raw_js][vc_row_inner equal_height="yes" css=".vc_custom_1610304774845{margin-top: 10% !important;margin-right: 0px !important;margin-bottom: 0px !important;margin-left: 0px !important;border-top-width: 3px !important;border-right-width: 3px !important;border-bottom-width: 3px !important;border-left-width: 3px !important;padding-top: 0px !important;padding-right: 0px !important;padding-bottom: 0px !important;padding-left: 0px !important;border-left-color: #dd3333 !important;border-left-style: solid !important;border-right-color: #dd3333 !important;border-right-style: solid !important;border-top-color: #dd3333 !important;border-top-style: solid !important;border-bottom-color: #dd3333 !important;border-bottom-style: solid !important;}"][vc_column_inner width="1/2" css=".vc_custom_1610304766882{margin: 0px !important;padding: 0px !important;}"][vc_single_image image="3260" img_size="full" alignment="center"][/vc_column_inner][vc_column_inner width="1/2" css=".vc_custom_1610311444500{margin-top: 10% !important;margin-right: 3% !important;margin-left: 3% !important;}"][contact-form-7 id="3258"][/vc_column_inner][/vc_row_inner][/vc_column][/vc_row]


    20 min

    Easy

  • 63

    I Soprano: cannoli salati con doppio concentrato di datterino rosso

    La prima Ricetta da Oscar cucinata per voi cinefili gourmet sono le fettuccine con cavolfiore e dolci metà di datterino giallo.[vc_row remove_padding="no-padding-vc-row"][vc_column width="1/3"][vc_single_image image="3244" img_size="full" alignment="center"][/vc_column][vc_column width="2/3"][vc_column_text] Il secondo piatto della rubrica Ricette da Oscar sono i Cannoli salati con doppio concentrato di datterino rosso. La ricetta è ispirata alla serie televisiva “I Soprano”, sulla vita di Tony Soprano, boss di una famiglia criminale italo-americana del New Jersey. I cannoli salati con doppio concentrato di datterino rosso sono una gustosa rivisitazione del dolce tipico siciliano in chiave salata, omaggio all’ingrediente principe della Dieta mediterranea, il pomodoro. Un’idea sfiziosa e originale per i tuoi antipasti e aperitivi. Ecco come preparare, passo per passo, i cannoli salati con doppio concentrato di datterino rosso. [/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row equal_height="yes" remove_padding="no-padding-vc-row" css=".vc_custom_1610131389909{margin-top: 2% !important;}"][vc_column][vc_gallery interval="3" images="3288,3289,3290,3291,3292,3293,3294,3295,3296,3297,3298,3299,3300" img_size="large" onclick=""][vc_raw_js]JTNDc2NyaXB0JTIwdHlwZSUzRCUyMnRleHQlMkZqYXZhc2NyaXB0JTIyJTNFJTIwJTBBJTBBYSUyMCUzRCUyMGpRdWVyeSUyOCUyNy5sYy1yZWNpcGUtZGV0YWlscy1jb250YWluZXIlMjclMjkuZmluZCUyOCUyNy5sYy1yZWNpcGUtc2hvcnQtZGVzY3JpcHRpb24lMjclMjklMEFpZiUyMCUyOGEuaGFzQ2xhc3MlMjglMjdjb2wtbWQtNiUyNyUyOSUyMCUyNiUyNiUyMGEuaGFzQ2xhc3MlMjglMjdjb2wtbGctNiUyNyUyOSUyOSU3QiUwQSUyMGEucmVtb3ZlQ2xhc3MlMjglMjdjb2wtbWQtNiUyNyUyOSUzQiUwQSUyMGEucmVtb3ZlQ2xhc3MlMjglMjdjb2wtbGctNiUyNyUyOSUzQiUwQSU3RCUwQSUzQyUyRnNjcmlwdCUzRQ==[/vc_raw_js][vc_row_inner equal_height="yes" css=".vc_custom_1610304774845{margin-top: 10% !important;margin-right: 0px !important;margin-bottom: 0px !important;margin-left: 0px !important;border-top-width: 3px !important;border-right-width: 3px !important;border-bottom-width: 3px !important;border-left-width: 3px !important;padding-top: 0px !important;padding-right: 0px !important;padding-bottom: 0px !important;padding-left: 0px !important;border-left-color: #dd3333 !important;border-left-style: solid !important;border-right-color: #dd3333 !important;border-right-style: solid !important;border-top-color: #dd3333 !important;border-top-style: solid !important;border-bottom-color: #dd3333 !important;border-bottom-style: solid !important;}"][vc_column_inner width="1/2" css=".vc_custom_1610304766882{margin: 0px !important;padding: 0px !important;}"][vc_single_image image="3260" img_size="full" alignment="center"][/vc_column_inner][vc_column_inner width="1/2" css=".vc_custom_1610311444500{margin-top: 10% !important;margin-right: 3% !important;margin-left: 3% !important;}"][contact-form-7 id="3258"][/vc_column_inner][/vc_row_inner][/vc_column][/vc_row]


    20 min

    Easy

  • 63

    Mediterraneo di Gabriele Salvatores: Fettuccine con cavolfiore e dolci metà di datterino giallo

    La prima Ricetta da Oscar cucinata per voi cinefili gourmet sono le fettuccine con cavolfiore e dolci metà di datterino giallo.[vc_row remove_padding="no-padding-vc-row"][vc_column width="1/3"][vc_single_image image="3244" img_size="full" alignment="center"][/vc_column][vc_column width="2/3"][vc_column_text] La prima Ricetta da Oscar cucinata per voi cinefili gourmet sono le fettuccine con cavolfiore e dolci metà di datterino giallo.  Questo piatto lo abbiamo immaginato ispirandoci al film “Mediterraneo” di Gabriele Salvatores − lo avevate indovinato?! − in cui un gruppo di soldati italiani si ritrova su una idilliaca isola greca e, in varie scene del film, condivide momenti di convivialità a tavola. Le fettuccine con dolci metà di datterino giallo sono un primo piatto gustoso e raffinato, che unisce il sapore dolce e delicato del cavolfiore e del datterino giallo al tocco di intensità e sapidità delle olive e del guanciale, per un bilanciamento perfetto di gusti e consistenze. Ecco come preparare, passo per passo, le fettuccine con cavolfiore e dolci metà di datterino giallo. [/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row equal_height="yes" remove_padding="no-padding-vc-row" css=".vc_custom_1610131389909{margin-top: 2% !important;}"][vc_column][vc_gallery interval="3" images="3242,3241,3234,3235,3236,3237,3238,3239,3240" img_size="large" onclick=""][vc_raw_js]JTNDc2NyaXB0JTIwdHlwZSUzRCUyMnRleHQlMkZqYXZhc2NyaXB0JTIyJTNFJTIwJTBBJTBBYSUyMCUzRCUyMGpRdWVyeSUyOCUyNy5sYy1yZWNpcGUtZGV0YWlscy1jb250YWluZXIlMjclMjkuZmluZCUyOCUyNy5sYy1yZWNpcGUtc2hvcnQtZGVzY3JpcHRpb24lMjclMjklMEFpZiUyMCUyOGEuaGFzQ2xhc3MlMjglMjdjb2wtbWQtNiUyNyUyOSUyMCUyNiUyNiUyMGEuaGFzQ2xhc3MlMjglMjdjb2wtbGctNiUyNyUyOSUyOSU3QiUwQSUyMGEucmVtb3ZlQ2xhc3MlMjglMjdjb2wtbWQtNiUyNyUyOSUzQiUwQSUyMGEucmVtb3ZlQ2xhc3MlMjglMjdjb2wtbGctNiUyNyUyOSUzQiUwQSU3RCUwQSUzQyUyRnNjcmlwdCUzRQ==[/vc_raw_js][vc_row_inner equal_height="yes" css=".vc_custom_1610304774845{margin-top: 10% !important;margin-right: 0px !important;margin-bottom: 0px !important;margin-left: 0px !important;border-top-width: 3px !important;border-right-width: 3px !important;border-bottom-width: 3px !important;border-left-width: 3px !important;padding-top: 0px !important;padding-right: 0px !important;padding-bottom: 0px !important;padding-left: 0px !important;border-left-color: #dd3333 !important;border-left-style: solid !important;border-right-color: #dd3333 !important;border-right-style: solid !important;border-top-color: #dd3333 !important;border-top-style: solid !important;border-bottom-color: #dd3333 !important;border-bottom-style: solid !important;}"][vc_column_inner width="1/2" css=".vc_custom_1610304766882{margin: 0px !important;padding: 0px !important;}"][vc_single_image image="3260" img_size="full" alignment="center"][/vc_column_inner][vc_column_inner width="1/2" css=".vc_custom_1610311444500{margin-top: 10% !important;margin-right: 3% !important;margin-left: 3% !important;}"][contact-form-7 id="3258"][/vc_column_inner][/vc_row_inner][/vc_column][/vc_row]


    30 min

    Medium

  • 106

    Lasagna: Bolognese vs. Napoletana con Patrizia Nanni e Antonio Sorrentino

        AUTORE CHEF PATRIZIA NANNI e ANTONIO SORRENTINO Tra le innumerevoli varianti delle lasagna, due sono le ricette che si possono definire classiche. La più essenziale ed elegante lasagna alla bolognese e la lasagna napoletana, estremamente ricca di ingredienti e consistenze, una ricetta quasi "vulcanica". Fra pasta fresca all'uovo e pasta secca di grano duro, in mezzo a besciamella e ricotta di bufala, tra il ragù bolognese e quello napoletano, seguire Antonio Sorrentino e Patrizia Nanni in questo affondo sulla lasagna sarà un'esperienza forte! In collaborazione con:   vedi la ricetta del ragù napoletano vedi la ricetta delle polpette al sugo


    0 min

    Hard

  • 103

    Polpette al Sugo di Antonio Sorrentino, Ricetta Napoletana

        AUTORE CHEF ANTONIO SORRENTINO E' forse il comfort food per eccellenza, non solo in Italia: polpette in umido o bianche, a base di carne cruda o bollita, polpette di pesce, vegetariane, con materiali di recupero e gourmet, le varianti sono praticamente infinite. Per il primo episodio della nostra serie dedicata alle polpette italiane abbiamo deciso di cominciare dalla ricetta della nonna di uno chef partenopeo. Dopo la versione del ragù napoletano ricco, Antonio Sorrentino presenta 'e Purpette: carnivore, fritte e appetitose, per realizzare le polpette al sugo lo chef parte dalla carne cruda, utilizza pane raffermo, erbe aromatiche, uva passa e pinoli. Il tutto fritto nella sugna (ma va bene anche l'olio!). Tenetevi forte, un altro piatto epico è in arrivo dalla Campania! In collaborazione con:


    0 min

    Hard

  • 103

    PANZEROTTI PUGLIESI vs. PIZZA FRITTA da Bari con la Sig.ra Nunzia a Napoli con Ermenegildo

    AUTORE CHEF NUNZIA CAPUTO e FERDINANDO DE GIULIO Pizza fritta o panzerotto pugliese? Cerchiamo di mettere luce in questo amletico dilemma con un vero e proprio viaggio al termine della frittura! A Bari Vecchia, nella strada delle orecchiette, la signora Nunzia Caputo, famosissima per la sua pasta casereccia venduta da generazioni lungo la via, ha aperto le porte del suo "sottano" per mostrarci la ricetta originale del panzerotto barese fatto in casa. Ci spostiamo poi a San Giovanni a Teduccio, Napoli, dove il pizzaiolo Feridinando De Giulio di Ermenegildo, ci farà scoprire due varianti della pizza fritta napoletana classica: il battilocchio e la grande. Un video dedicato allo street food da guardare fino in fondo... In collaborazione con:


    0 min

    Medium